La forza di una squadra: la squadra PowerPC

GNU/Linux PowerPC notebook team

È passato un mese dal nostro precedente post, quindi è il momento di fare il resoconto delle nostre attività. In sostanza, stiamo lavorando sulle stesse questioni che abbiamo discusso nel precedente post. Tuttavia, in questo aggiornamento del progetto PowerPC Notebook, cercheremo di andare oltre tutte le aree su cui stiamo lavorando,  proprio perché la nostra idea è quella di essere il più trasparenti possibile.

Stato del progetto GNU/Linux PowerPC notebook

In primo luogo, per quanto riguarda la creazione di un’organizzazione, abbiamo valutato di stabilire una fondazione, ma il costo è troppo oneroso per noi. Abbiamo anche cercato di ottenere l’appoggio di un’organizzazione esistente ma, purtroppo, non abbiamo ricevuto risposta. Infine, la soluzione più adatta e veloce per noi è quella di registrare un’associazione non-profit in Italia.
Questa associazione promuoverà la campagna di finanziamento per il design della motherboard ed i prototipi.

Sul lato hardware, abbiamo un primo elenco di componenti da utilizzare nel notebook. Ne stiamo valutando l’idoneità alle nostre esigenze e li stiamo scegliendo anche in base a quanto sono open. Dobbiamo ancora lavorare su questo, scartando alcuni elementi e aggiungendone di nuovi. Stiamo facendo questo in collaborazione con il progettista della scheda madre.

Il nostro team software è in contatto con la community Debian, ma ci muoviamo ancora lentamente ed abbiamo bisogno di ulteriore feedback per essere in grado di concentrare i nostri sforzi. Il team software sta pensando ad un approccio alternativo per semplificare questo compito.

Infine, dobbiamo parlare del come ottenere uno chassis per il nostro laptop. In questo caso possiamo dire che stiamo contattando diverse compagnie che forniscono barebone notebooks (senza componenti principali e sistema operativo) ed alcuni altri produttori di laptop. Anche in questo caso, dobbiamo dire che siamo in attesa di risposte. La nostra opzione preferita sarebbe quello di ottenere l’aiuto di Iameco. Amiamo i suoi chassis e case per motivi etici. Il laptop Iameco è prodotto usando materiali riciclabili e producendo un impatto ambientale minimo. Ci piacerebbe progettare la motherboard per adattarla ad uno dei suoi chassis.

Il nostro spirito

In breve, tutti i gruppi della community stanno lavorando duramente ed alcuni progressi sono stati raggiunti da tutti.
Inoltre, la nostra comunità continua a crescere ogni giorno. Abbiamo nuovi volontari per la traduzione, diffusione dei nostri messaggi e per il software del computer. Alcuni dei nostri nuovi membri si scusano in anticipo per via del fatto che non hanno molto tempo, ma noi rispondiamo sempre dicendo che siamo volontari, siamo mossi dai nostri principi e proviamo a raggiungere i nostri obiettivi godendoci il progetto con passione ed entusiasmo. Se ti mancano i giorni in cui i computers avevano più personalità, unisciti a noi ed aiutaci a recuperare lo spirito dei pionieri dell’informatica.

debian ppc64 e Fedora ppc64 per PowerPC Notebook

Dalla pagina chi siamo ora trovate le persone che si stanno impegnando per questo progetto.  Ci sono altre persone  interessate con cui si è in contatto e presto conoscerete anche loro.

Fedora ppc64 sul nostro portatile PowerPC

Peter Czanik ha parlato con molte persone di questo progetto al FOSDEM 2015 come ha scritto nel forum ed anche ne ha parlato al DevConf.cz dove il team di Fedora/RHEL PPC ha promesso di dare aiuto per fare funzionare Fedora sul nostro portatile PowerPC a 64 bit.

Chiunque volesse aiutare per Fedora ppc64 può contattarci o iscriversi alla newslettter e riceverà il questionario “come partecipare al progetto”.

Debian ppc64 sul nostro portatile PowerPC

Continue reading