Domande Frequenti

Ha un firmware “free software” di boot , di modo da rispettare i criteri di “Rispetto della Libertà” della FSF ?

  • Si certamente, utilizzerà U-Boot come firmware di boot (bootloader) , che è sotto licenza “GPL v2.0 or later”   ( SPDX-License-Identifier:GPL-2.0+ )

Quali sono le specifiche tecniche di questo nuovo notebook PowerPC?

  • CPU: Freescale e6500 64-bit Power Architecture® Core Technology che include la tecnologia Altivec con 16 GFLOPS per core
  • scheda video: MXM ( aggiornabile)
  • USB2 e USB3
  • SATA
  • RAM: due slot DDR3L (aggiornabile)
  • HD/SSD 2.5”, aggiornabile
  • Case di un notebook standard da 15,6”

Avete in mente un case personalizzato? od avete in programma di riutilizzare un case di un PC laptop già esistente?

  • Abbiamo in programma di utilizzare uno chassis da 15,6 in circolazione

La progettazione dell’hardware è open, o sull’hardware graveranno NDA e per open si intende solo destinato al sistema operativo open-source PPC?

  • La progettazione, in questa fase, non è aperta ma si accettano suggerimenti…

Posso portare altri OS oltre a GNU/Linux?

  • Si

Come posso partecipare al progetto?

  • traduzioni: localizzazione sito e social
  • produzione di strumenti multi-mediali per fare conoscere il progetto ( video, animazioni, immagini, fumetti, testi, ecc…)
  • diffusione del progetto: pubblicare novità nel proprio blog/forum/social, gestire il seo del nostro sito web, gestire i nostri utenti social ufficiali
  • gruppo di lavoro software: ottimizzazione di applicazioni PowerPC gnu/linux (test pacchetti applicazioni, segnalare problemi o risolverli), porting delle distribuzioni linux (U-boot, etc), invio sorgenti per aggiornare i branch principali. Il port di altri SO. Convertire Wii/WiiU, PS3 ed emulatori Xbox360 grazie alla cpu PowerPC.
  • gruppo di lavoro hardware: lista dei desideri e suggerimenti
  • gruppi di acquisto: come fare e studiare altre esperienze
  • fondi collettivi: come fare e studiare altre esperienze

Avete provato con un campagna di raccolta fondi collettivi?

  • Una raccolta fondi collettiva potrebbe essere una opzione (in una fase successiva), un’altra opzione può essere una campagna per fare un gruppo di acquisto ( stiamo formando un gruppo di lavoro per studiare questo tema, contattaci se vuoi aggiungerti )

Qual’è la tabella di marcia?

  • Creazione del team multi disciplinare del progetto
  • Attività di diffusione del progetto
  • Finanziamento collettivo/Gruppi di acquisto
  • Programma Beta tester per ottimizzazione software
  • Andare in produzione entro la fine 2016 ( la data pianificata era fine 2015 )

Perché oggi è possibile costruire da zero un notebook PowerPC?

  • Grazie al software libero abbiamo già firmware, bootloader, OS e moltissime applicazioni che funzionano già su PowerPC con differenti schede video e su diversi dispositivi.
  • Grazie a qualche “piccolo” progettista e produttore di schede madri possiamo “commissionare” un piccola produzione di una scheda madre PowerPC che si inserisce un case di un notebook stardard da 15,6.
  • Non abbiamo bisogno di reinventare le ruote, usiamo un case già esistente di un notebook da 15,6” e ridisegniamo la scheda madre.
  • Grazie all’esplosione nel 2014 di differenti progetti di notebook ( Novena, pi-top,  ARM64 Open Laptop Concept , Librem 15 ed altri)
  • Grazie alla diffusione di notebook basati su architettura ARM , basati su kernel linux.
  • Grazie all’enorme diffusione di dispositivi non x86.

Funzioneranno le attuali distribuzioni Gnu/Linux su questo notebook PowerPC?

  • Si, il kernel linux ha già il supporto per la CPU PowerPC scelta per questo notebook. Un po di lavoro di integrazione va fatto, in particolare in relazione alla personalizzazione U-boot e del bootloader.

E circa un gnu/linux little endian? Funzionerà su questo notebook PowerPC?

  • Si, la cpu può funzionare in modalità little endian.

Sarà possibile aggiornare la CPU PowerPC?

  • No, la progettazione della scheda madre è troppo ingegnerizzata per essere inserita in uno chassis di un notebook. Da notare che le schede madri per le future CPU PowerPC saranno più semplici ed economiche da progettare.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.