Campagna Donazioni Schemi Elettrici motherboard Notebook PowerPC

  1. Design PowerPC notebook Motherboard

    Donation Campaign for the Electrical Schematics of a PowerPC Notebook motherboard

    €13,205.00 donated
La nostra prima campagna ha avuto successo!! Grazie a tutti!!
Ora però non smettete di donare, anche se la seconda campagna che sarà dedicata a realizzare i progetti Gerber con i circuiti stampati non è stata ancora lanciata, le donazioni in eccesso che saranno fatte da questa pagina saranno automaticamente allocate alla prossima.
La prossima campagna verrà lanciata nel momento in cui pubblicheremo i risultati della prima campagna che ci verranno presto forniti dal progettista hardare, la società ACube Systems.

Informazioni sul progetto notebook Linux PowerPC

Vogliamo davvero farlo succedere: un notebook PowerPC rilasciato come Open Source.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario assolvere ad una serie di compiti, come disegnare una motherboard personalizzata
che potrebbe calzare in uno chassis notebook esistente.

Da quando il progetto è stato lanciato (Ottobre 2014), il numero di persone che ha mostrato interesse è in costante aumento, ed ora siamo alcuni volontari esperti, alcuni dei quali sono in grado di contribuire nella revisione e nel controllare aspetti del design di elettronica richiesto. Sfortunatamente, dopo tutti questi anni siamo bloccati, a causa della mancanza di tempo libero, o capacità ingegneristiche e competenze professionali.

Al fine di risolvere la situazione, nel 2016 ci siamo avvicinati all’azienda italiana ACube Systems, un’azienda che ha esperienza nella progettazione di motherboards PowerPC. Siamo stati fortunati, abbiamo trovato un gruppo di persone appassionato che ha condiviso i vantaggi a lungo termine della filosofia Open Hardware e la cui esperienza precedente nella progettazione di varie motherboards PowerPC li rende una scelta ideale come partner. Insieme ad ACube saremo in grado di ottenere il design elettronico finito, ma un designer elettrocnico professionista deve essere pagato.

A questo punto, il gruppo coinvolto nel progetto ha deciso di fare le cose seriamente ed ha lanciato una campagna di raccolta fondi per pagare il lavoro richiesto.

Nel 2016 abbiamo fondato la “Power Progress Community”, un’associazione no profit con base a Milano (Italia), al fine di gestire denare e firmare contratti. La missione dell’associazione è quella di portare nuova vita nella piattaforma PowerPC (PPC), adottando open hardware e software open source, insieme ad altre attività collaterali mirate a promuovere la ricerca e l’avanzamento della piattaforma.

Un piano dettaggliato è stato preparato con cura con ACube, ed ora siamo pronti a condividerlo con te in questo documento.

Power Progress Community ed ACube hanno concordato di progettare e costruire la motherboard in Italia, mentre lo chassis verrà acquistato in un lotto da una ODM (Original Design Manufacturing) che produce notebook da 15″ standard destinati alla piattaforma x86.

Attività Correnti

Lo sforzo della Power Progress Community per far rivivere la piattaforma PowerPC tocca una serie di attività, ecco qui alcune delle più importanti.

Abbiamo istituito una comunità di persone appassionate con differenti competenze che condividono un obiettivo comune, e li abbiamo raggruppati in vari cluster tematici come hardware, software e pubblicazioni di comunicazioni.

Dopo l’annuncio fatto dagli sviluppatori Debian del non sostenere più il supporto PowerPC, un gruppo dedicato di programmatori è subentrato e sta cercando di rilevare il mantenimento dei port PowerPC, cercando di mantenere la piattaforma allo stesso livello degli altri più usati. Ovviamente, per portare a termine un’attività così enorme siamo sempre alla ricerca di ulteriori persone appassionate, quindi non esitate a dare un’occhiata alle nostre pagine wiki.

Sul sito dell’associazione forniamo aggiornamenti in modo regolare, il sito del progetto del notebook , il forum di discussione ed usiamo profili dedicati nei social media (Twitter e Facebook). Condividiamo viste e stabiliamo contatti con altri progetti o compagnie private che possono essere interessante a supportare la piattaforma PowerPC.

Abbiamo un Kit di sviluppo basato sulla CPU T2080 (T2080RDB, scheda di progettazione di riferimento) da due anni, ma sfortunatamente il nostro programmatore ha avuto molti problemi. I problemi sono ora risolti e l’attività mirata ad indirizzare le procedure di inizializzazione dell’hardware sono ora riavviate.

Per alcuni mesi, il gruppo hardware ha provato ad analizzare i componenti elettronici della motherboard necessari, ma non può raggiungere un livello qualitativo di produzione con una forza uomo molto limitata. Quello che è stato raggiunto verrà passato sul designer elettronico professionale e verrà usato come un punto di partenza più alto di livello.

Abbiamo deciso la maggior parte delle specifiche tecniche del notebook, ma è possibile che alcuni dettagli possano cambiare durante l’analisi di ingegnerizzazione. Ad oggi, le specifiche del notebook sono le seguenti (soggette a modifica):

  • CPU: NXP T208x, e6500 64-bit Power Architecture with Altivec technology 4 x e6500 dual-threaded cores, low-latency backside 2MB L2 cache, 16GFLOPS x core
  • RAM: 2 x RAM slots for DDR3L SO-DIMM
  • VIDEO: MXM Radeon HD Video Card ( removable)
  • AUDIO: sound chip, audio in and audio out jacks
  • USB: 3.0 and 2.0 ports
  • STORAGE:
    • NVM Express (NVMe), M.2 2280 connector
    • 2 x SATA
    • 1 x SDHC card reader
  • NETWORK:
    • 1 x ethernet RJ-45 connector
    • WiFi connectivity
    • Bluetooth connectivity
  • POWER: on-board battery charger and power-management
  • CHASSIS: standard notebook case 15,6″

Obiettivo finale e roadmap

Lo scopo finale di questa campagna di raccolta fondi è quella di rendere pubblicamente disponibile gli schemi elettronici di qualità in modo che qualsiasi azienda sia in grado di produrli. Questi schemi verranno testati per essere totalmente funzionanti grazie ai prototipi accuratamente testati basati su di essi. Il design verrà realizzato da una compagnia Italiana chiamata ACube Systems contrattualizzata dall’associazione noprofit Power Progress Community. Tutti i risultati ottenuti verranno resi disponibili pubblicamente dalla Power Progress Community, grazie ad un accordo scritto con ACube Systems.

Per pianificare meglio tutta l’attività e le sue corrispondenti risorse necessarie in termini di finanziamenti e forza lavoro, abbiamo identificato quattro fasi:

  • Ricerca componenti Hardware, analisi dell’architettura e design degli schemi elettrici [ 12.600 euro in 30 giorni netti]
  • Scheda a circuito stampato (PCB Printed Circuit Board) consegna in formato Gerber degli schemi elettrici [11.950 euro in 30 giorni netti]
  • Produzione e consegna di 5 prototipi funzionanti [ 8.800 euro, 40 giorni netti]
  • Test dell’hardware usando software fornito dal produttore (ACube) [14.400 euro, 30 giorni netti]
  • Certificazione CE di pre-certificazione [12.500 euro]

I giorni di lavoro netti sono sparsi nel tempo, non saranno continuativi, e seguiranno il flusso di denaro trasferito dall’associazione PPC ad ACube, e dipenderanno strettamente dalla tendenza delle donazioni.

Prima fase: ricerca hardware e design

Questa fase raggiungerà l’identificazione ed il design di tutti gli aspetti della scheda madre grazie ad un ingegnere elettronico professionista sotto contratto.

La fase più delicata ed importante sarà la prima e solo dopo questa saremo in grado di ridurre le attuali incertezze relative alle specifiche hardware e, conseguentemente, i costi di produzione. Le altre fasi dovrebbero essere più vincolate ed ancora più veloci.

Saremo in grado di firmare il primo contratto anche prima di raggiungere la cifra di 12600 euro. Poi, la campagna continuerà senza una scadenza fissata. Una volta raggiunto l’obiettivo finale di 12.600 euro per la fase 1, il lavoro sarà completato da ACube che produrrà il design del circuito elettrico come risultato.

Gli aggiornamenti necessari riguardanti l’R&D per la fase 1 come frequenti e veloci donazioni arriveranno, saranno finalizzati con un ritardo per completare il design dopo che verranno raggiunti i 12.600 euro per la fase uno.

Poiché la scheda madre finale dovrebbe aderire ai requisiti dell’hardware Open Source, siamo fortemente convinti di dover evitare componenti hardware che richiedono un NDA (Not Disclosure Agreement – Accordo di non divulgazione). Tuttavia, la nostra ricerca iniziale rende chiaro che l’ottenimento di un Hardware 100% Open Source potrebbe essere fuori portata se vogliamo che venga implementata una certa funzionalità. Tuttavia faremo del nostro meglio.

Il design finale risultante da questa fase verrà condivisa il più possibile (l’uso di qualche chip potrebbe richiedere la firma di un Accordo di non divulgazione), e ci assicureremo che sarà così interessante da non poter resistere al finanziare la seconda fase.

Meccanismo di finanziamento

Abbiamo discusso per un’impressionante quantità di tempo sul come approcciare il crowdfunding, e abbiamo finalmente deciso di non usare nessuna piattaforma commerciale esistente.

Essere un’associazione noprofit ha alcune limitazione (ad es. non possiamo produrre e vendere prodotti commerciali), ma ha il vantaggio di non avere scadenze nè limitare i piani aziendali. Possiamo permetterci di adottare una soluzione alternativa basata su donazioni liberali, sia nella forma di donazioni singole, che nella forma di piccole donazioni ricorrenti (mensili).

Ognuna delle fasi menzionate prima verrà finanziata attraverso passi separati, ognuna trattata con un contratto firmato separatamente con ACube ed ognuna con una campagna dedicata ed inizierà appena avremo raccolto i fondi necessari. Ogni volta che il produttore consegna il risultato di una fase, procederemo con quella successiva, risvegliando l’attenzione del pubblico con una nuova campagna centrata sull’obiettivo della nuova fase.

Da parte nostra condivideremo pubblicamente qualsiasi progresso fatto e risponderemo a tutte le domande. Chiunque sia in grado di validare la qualità dell’output e, possibilmente, potrebbe anche essere in grado di supportarci per raggiungere l’obiettivo finale. Renderemo pubblicamente disponibile la lista dei donatori e quanto ognuno di essi ha contribuito al progetto; potresti dirci o no essere visibile nell’elenco indicando la tua scelta nella causale del trasferimento bancario, guarda sotto.

Ovviamente, chiunque può sentirsi libero di inviarci donazioni multiple in ogni fase o alla fine di ogni fase, o può optare per una donazione più consistente in una sola donazione, la soluzione che abbiamo impostato lascia qualsiasi opzione disponibile.

Metodi di Pagamento

Donazione Online – PayPal

Premi “Donate” e selezione come Metodo di Pagamento  PayPal

Donazione Offline – Bonifico bancario

Questi sono i dettagli del nostro conto bancario

Nome Banca: Banca Etica

conto intestato a: POWER PROGRESS COMMUNITY

IBAN IT94X0501801600000012339610

BIC SWIFT CCRTIT2T84A

Per favore indicate nella causale  un testo del tipo:

“donazione PPC notebook  – NOME e COGNOME”

(e.g..: “donazione PPC notebook – Mario Rossi”)

Dove il NOME ed il COGNOME sono gli stessi che avete inserito nella pagina di Donazioni .

Dopo che avete effettuato il bonifico:

Premete “Donate” e come Metodo di Pagamento Donazione Offline

Donazioni Anonime

Quando fate la donazione (offline od online) potete scegliere se fare una donazione anonima.

Chi è coinvolto in questa campagna

Power Progress Community è un’associazione noprofit composta da persone che contribuiscono su base volontaria ed ispirata dal movimento Hardware e Software Open Source. La missione non è focalizzata sul vendere prodotti, ed il contributo al “PowerPC Notebook” è un esempio; qui la Power Progress Community sta lavorando per stabilire e consolidare un potenziale gruppo di acquisto abbastanza grande da motivare un produttore ad iniziare il processo di fabbricazione.

La Power Progress Community è stata concepita la prima volta mentre stavamo lavorando al progetto del notebook PowerPC GNU/Linux, che è iniziato nell’Ottobre del 2014. Durante questi anni l’iniziativa ha raccolto persone realmente appassionate dal Software Open Source e gratuito, da PowerPC e più generalmente dall’hardware Open e sostenibile, etico e dal consumo responsabile e socialmente consapevole. Dopo tutto, abbiamo deciso di fondare questa associazione, un modo per aiutare e supportare l’iniziativa originale ed anche supportare nuove più grandi future idee e progetti.

L’associazione promuove e diffonde sotware (specialmente software open source), ed open hardware ( focalizzandosi su, ma non limitato a, PowerPC ed architetture OpenPower) con lo scopo di condividere conoscenza e competenza.

ACube Systems è un’azienda italiana che produce la propria linea di motherboards basate su PowerPC. Dall’inizio del progetto, ACube Systems ha accettato di costruire la nostra motherboard. Vogliamo ringraziare le persone di ACube Systems per averci permesso di perseguire un approccio trasparente verso un progetto puramente Hardware Open Source con l’obiettivo di pubblicare e consegnare tutti i dettagli tecnici dell’hardware.

FAQ

Perchè una campagna di donazioni ?

Non possiamo fare uso di piattaforme commerciali di crowdfunding, poiché sono finalizzate a sostenere la produzione di un prodotto, e inoltre, richiedono un prototipo funzionante per avviare la campagna. Non stiamo facendo né vendendo un prodotto, stiamo facendo e sosteniamo la ricerca e lo sviluppo, e per raggiungere questo obiettivo dobbiamo finanziare il processo di ingegneria. La soluzione identificata è di ricevere donazioni dirette per questa attività ed aggiornare un sito web dedicato documentando tutti i risultati.

Disegnare un Notebook PowerPC è uno degli obiettivi della Power Progress Community, quindi tu finanzierai direttamente la missione ufficiale dell’associazione noprofit. Ogni donazione dovrebbe essere intesa come libera donazione, quindi tu accetti che non riceverai in cambio un prodotto fisico. La tua donazione verrà usata per raggiungere l’obiettivo di rendere pubblicamente disponibile la documentazione necessaria per consentire a qualsiasi compagnia di produrre una motherboard funzionante basata sulla piattaforma PowerPC.

Non abbiamo fissato una scadenza per l’inizio della fase 1. Invece, verrà avviata solo quando avremo raggiunto l’ammontare minimo richiesto di finanziamento per firmare un contratto con ACube Systems (per la fase 1 a 4000 euro). ACube inizierà la ricerca ed il design una volta che il contratto verrà firmato. A giudicare dai risultati dei nostri sondaggi, circa un centinaio di persone sono disposte a finanziare la prima fase il più presto possibile, per cui siamo abbastanza fiduciosi di iniziare abbastanza presto.

Cosa accadrà nel caso peggiore

Nel caso peggiore proporremo a voteremo con tutti i donatori sul come usare i fondi raccolti, con l’unico obbligo che il nuovo obiettivo deve essere coerente con la missione dell’associazione.

Poiché la mission dell’associazione è decisa dai suoi membri, un potenziale donatore potrebbe voler aderire alla Power Progress Community pagando la quota annuale di iscrizione (http://www.powerprogress.org/en/membership/).

Le donazioni sono libere e non restituibili

La Power Progress Community è un’organizzazione noprofit costituita in Italia. La legge italiana permette di raccogliere donazioni libere e non resituibili intese a perseguire le missioni ed i progetti dell’associazione e non fornire in cambio prodotti.

Restrizioni per le associazioni noprofit in Italia

Un organizzazione come la nostra deve prendere in considerazione le seguenti restrizioni:

  1. Un’associazione noprofit non può fare prodotti commerciali;
  2. L’associazione può ricevere donazioni, ma non può restituirle;
  3. L’associazione deve essere coerente con la sua missione, ed ha il permesso di chiedere donazioni per il raggiungimento degli obiettivi.

Quindi, quello che possiamo fare per avviare il nostro progetto è basato sui punti seguenti:

  1. L’associazione può avere un obiettivo particolare da raggiungere e chiedere donazioni per conseguirlo, ma non può restituire le donazioni.
  2. La donazione deve essere altruista, quindi nessuno riceverà qualcosa indietro per la propria donazione.
  3. La legge italiana permette ad un’associazione di finanziare una R&D (Research & Development, Ricerca e Sviluppo) per un progetto o un’attività.

Cosa succede se la campagna fallisce

Come detto sopra, non saremo in grado di rifondare i donatori in nessun caso. A causa di questo, se i soldi raccolti non saranno abbastanza per finanziare questa ricerca li useremo per un altro obiettivo nella missione dell’organizzazione.

I soldi ricevuti saranno usati tutti per la ricerca ?

Pressoché tutte le piattaforme di pagamento come PayPal o i trasferimenti da conto corrente bancario, hanno una tassa per ogni donazione. Come organizzazione no profit abbiamo all’interno dell’UE 1,8% + 0,35euro di commissione, al di fuori dell’UE 2,8% + 0,35 euro (da qualche paese vediamo che potrebbe arrivare al 4% della commissione) per paypal. Nel caso il tuo trasferimento bancario sia al di fuori dell’Unione Europea il costo della commissione bancaria è alto: 6 euro.

Cosa succede se la campagna supera l’obiettivo?

Se i fondi raccolti superano l’obiettivo della fase, il denaro rimanente verrà usato per raggiungere la fase successiva.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.